25 LUGLIO 2015 – The Sun a Pasiano di Pordenone come goccia che buca la pietra

30 luglio 2015 | Lascia il tuo commento

pordenone1

I The Sun illuminano Pasiano di Pordenone come una goccia che buca la pietra

Quello che, inizialmente, sembrava un sogno irrealizzabile, finalmente, è diventato realtà sabato 25 luglio, grazie al meraviglioso concerto elettrico dei The Sun che si è tenuto nel nostro piccolo paese.  II parco “ Ai Molini” si è animato, pian piano, a partire dalle 18.00, orario in cui si sono aperte le biglietterie. Tanti volti giovani, gruppi di amici e famiglie arrivati dai paesi vicini, ma anche da molto lontano, tutti per partecipare al concerto dei The Sun, non solo come semplici spettatori curiosi, ma animati da quella “luce” cantata più volte da Francesco. Non una goccia di pioggia è caduta durante il concerto, nonostante metà del cielo apparisse interamente coperto da un temporale che lanciava ad intermittenza il suo segnale, mentre nell’altra metà risplendeva maestosa la luna, sgombra da qualsiasi velatura. Quanta emozione, quanta energia per gli 800 Spiriti del Sole presenti, in particolare per noi organizzatori, più di 40 giovani e ragazzi! E pensare che, all’inizio, eravamo solo in 3 a crederci…

La volontà di realizzare questo evento nasce dalla partecipazione ad un concerto acustico, una serata indimenticabile in cui, a noi “estranei”,  le parole di quei quattro ragazzi entrano nel cuore come un fulmine a ciel sereno … E, ciò, non tanto per il loro percorso di conversione, non per il loro sacrificio nel tornare a galla dopo aver ripetutamente toccato il fondo, non per la bravura dimostrata musicalmente parlando: ciò che maggiormente accende il pensiero di averli tra noi è il messaggio che traspare nei gesti, negli sguardi, nei silenzi. E’ AMICIZIA vera. E’ amore profondo. E’ condivisione di gioie e fatiche, di sconfitte e vittorie, di sogni e speranze. Sarà pure una strada in salita, ma loro scelgono di percorrerla in compagnia, forse mossi dalla fiducia che provano gli uni verso gli altri o dalla consapevolezza di non aver più niente da perdere, ma ci provano e sperimentano che il bello, il buono, ha un prezzo e si chiama Amore. Penso ai nostri ragazzi, alle difficoltà che trovano nel relazionarsi tra loro, agli ambienti asettici che frequentano, a certi adulti che incontrano, ad amicizie che a fatica riescono ad essere vere ed autentiche. Magari non sono così lontani da quei quattro ragazzi che girano il mondo per raccontarsi, magari non è nell’incontrarli che le cose cambieranno … Porto da sempre nel cuore le parole che tanti anni fa mi disse un frate: “è la piccola goccia continua che buca la pietra” e penso che, per i nostri ragazzi, i The Sun possano essere una piccola goccia. Così, dopo i primi contatti con Michele, riusciamo ad organizzare un primo evento con la presentazione del libro “La strada del sole”, lasciandoci con la promessa di provare, almeno, ad organizzare il concerto. Da allora, il sogno si concretizza sempre di più nella condivisione di ruoli e di compiti e nel consolidarsi di amicizie nuove e vecchie.

Dopo mesi di preparativi siamo pronti. L’intera giornata è un insieme di sentimenti, animati dalla volontà di far andare tutto per il meglio: a partire dalle prime note e fino all’ultima canzone suonata, cantata e ballata, sentiamo che non potrà essere diversamente e che, per tutte le persone presenti, sarà una gioia immensa, da cuore a cuore. Ed è nel cuore che conserveremo per sempre la magia del nostro incontro.

Nadia

Parapiglia Aps

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *